Le 10 regole auree dell’infulenza

 

1  – L’influenza che hai tu è molto più forte di quella che hanno gli altri. E’ molto peggiore, e molto più cattiva. E tu starai molto ma molto più male di quelli malati come te.

2 – C’è sempre l’amica single che ti scrive “Dai su, Actigrip, brodino e in paio di giorni di riposo si risolve tutto”. E tu vorresti con tutte le tue forse urlare “Brutta deficiente, cosa credi che io possa stare a letto malata? Pensi davvero che se sono malata io non lo sia ALMENO anche uno dei miei figli!!!!!! E quindi io passerò notti insonni a occuparmi di lui mentre piango di disperazione per la febbre, la vita, gli ormoni. Brutta stronza single che non sei altro pensi davvero che ci sarà qualcuno che si occuperà di me addirittura tanto da farmi un brodino?” … ma non hai la forza di dirglielo. Lei non sà.

3 – L’influenza arriva sempre sempre sempre dopo che sono giorni che rimandi con shampo secco la pratica “lavarsi i capelli davvero”… e adesso fai veramente schifo.

4- Se ti ammali tu poco dopo stai certa che lo sarà anche LUI— e allora piangerai ancora di più.

5 – la settimana che sei a letto avrai almeno 3 cene e 2 serate divertenti, sarà la settimana dove avrai più inviti di tutti, a dispetto del totale azzeramento della vita sociale delle settimane precedenti, ma che dico settimane, mesi precedenti.

6 – Quando arriva l’influenza, senza capire perché, la tata, anche la più impeccabile, smette di collaborare e tutto è di nuovo sulle tue spalle. Anche la scelta del cartone delle 9 di sera mentre rantoli in bagno cercando di cambiarti l’ennesima maglietta sudaticcia.

8- Il weekend che sei malato è estate e ci sono 40 gradi, tutti i tuoi amici sono al mare e fanno il bagno, il weekend successivo, che sei guarito, Piove. Sempre.

9- Le persone a cui disperata chiederai aiuto per cercare di sopravvivere e far mangiare un mezzo panino ai tuoi figli fuori di casa … non ti si fileranno di striscio, ignoreranno i tuoi messaggi di aiuto. Se sono parenti non avranno neanche la decenza di chiamarti. Le amiche impegnate e incasinate invece, avranno anche il tempo di portare il tuo cane a far pipì…

10 – Durante tutta la malattia e la convalescenza e anche dopo la coppia perfetta, con i figli perfetti, che non si ammalano mai, che vanno alla scuola perfetta, e il lavoro perfetto, e le vacanze perfette, e la risposta sempre pronta, e la vita sociale che manco William e Kate, ti perseguiterà ogni volta che avrai la malsana idea di volerti distrarre su FB. Sarà vittima delle tue invettive notturne diurne e pomeridiane e ti ricorderà quanto invece imperfetta e disastrata sia la tua di vita. E non c’è niente che tu possa fare al riguardo, e stanne certa … nemmeno l’antibiotico.

 

Ma questo mi ha fatto ridere… tanto.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: