Il peggio di se stessi

Il peggio di sé bisognerebbe relegarlo a momenti privati, a ore notturne, a giorni anonimi, ma inevitabilmente la fine dell’anno mi ispira un senso di tale apatia e ansia che non riesco a farne a meno.

Così come ogni anno, ma forse quest’anno ancora di più, il natale mi ha colta completamente impreparata. Niente passaggio dall’estetista, niente parrucchiere per le feste, niente vestiti curati, niente filtri nelle conversazioni, niente sorrisi di circostanza, niente equilibrio e calma mentale.

4 stracci buttati in una sacca per sopravvivere in mezzo alla nebbia che più nebbia non si può. 12 giorni avvolti da un bianco latte praticamente tutto il giorno, sembrava di stare in Brianza più che sulle colline senesi.

E, nonostante dormissi 14 ore al giorno, ho avuto sempre sonno, nonostante mangiassi come un camionista, ho avuto sempre fame, nonostante abbia fatto un sacco di sport, ho avuto uno shock appena salita sulla bilancia al rientro.

Dare il peggio di sé non dovrebbe essere mai di dominio pubblico, ma inevitabilmente il mio fisico si è rifiutato di collaborare. Così in 12 giorni, non  sono mai riuscita ad avere un aspetto decente. L’unico vezzo è stato uno smalto nero che più nero non si può…ma anche quello, ha fatto una brutta fine.

In compenso ho riso un sacco, e anche i nani, ho fatto pace con questo 2015 che se ne è andato così, come uno stronzo, esattamente com’è arrivato. E il primo giorno dell’anno nuovo… è stato uguale all’ultimo di quello vecchio, con la nebbia.

E poi il rientro, in una casa dove era ancora la vigilia di Natale, e ho avuto paura di dover ricominciare tutto da capo. Ma per fortuna, le palline dell’albero erano cadute a terra, le cose in frigo erano da buttare i giochi dei bambini ancora da riordinare, i letti sfatti sono stati cambiati, le valige svuotate e mille lavatrici fatte.

Io ho buttato i 4 stracci in lavatrice e rimesso i miei vestiti civili.

Dare il peggio di sé non dovrebbe essere di dominio pubblico, ma a volte ridursi allo stato pietoso, fisico, estetico e mentale è l’unica soluzione per ricominciare tutto da capo.

Manicure inclusa.

20160104_235124

Welcome back my frieds.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: