No Tengo Dinero – Olmo

12036722_10207042490196999_1156737707243697400_nL’istinto è in assoluto la parte dell’essere umano che mi piace di più. Quando chiedo ai nani perché hanno fatto una tal cosa, o perché hanno scelto una cosa piuttosto che un’altra, mi rispondono sempre la stessa cosa; Boh, mamma, così, mi andava. E a nulla vale il mio sforzo se per la milionesima volta gli spiego che magari quella cosa può far male, la risposta è sempre identica. Lo so, ma io volevo…

Così è l’istinto che ti fa scegliere di mettere al mondo dei figli, completamente incosciente la prima volta, e follemente consapevole le altre. Tanto è sempre un inferno, ma l’istinto guida.

E’ l’istinto che insieme LUI ha ci ha fatto guidare per 1.300 km in 20 ore per andare a riprenderci qualcosa che da troppo tempo mancava a casa.

L’istinto puro.

Ora, a volte l’istinto sbaglia e quindi quando alle 11 di sera ho detto a Lui di vedere quale poteva essere un posto dove fermarci a dormire per poter poi proseguire il giorno dopo e Lui ha scelto il MOTEL2 a 2 km dall’uscita di non so quale autostrada, forse lì il SUO istinto ha fatto casino.

Il Motel2 ingresso rigorosamente in macchina, tutte stanze con parcheggio auto davanti alla porta di ingresso e vetri sfumati a separare una stanza dall’altra…è stato frutto di un istinto sbagliato, o forse no (meglio non sapere). Ma mentre mi immaginavo una retata della polizia nel Motel più malfamato della pianura padana, tra prostituzione, spaccio, e … NOI DUE, e vaglielo a spiegare che era un caso; Beh mentre mi immaginavo sotto le lenzuola con la torcia puntata in faccia, d’istinto m’è venuto da ridere.

Così 1.300 km per finire nello sprofondo nord, e d’istinto tra 5 cuccioli, scegliere proprio quello lì. Senza sapere niente di lui, solo dagli occhi. Lo stesso istinto che fa sì che quel cucciolo non si allontani neanche un minuto da noi, e che d’istinto abbia scelto come amico l’unico figlio che non lo vuole proprio tra le palle, il figlio che non lo sa ma è quello che ha più bisogno di lui.

Così devo ringraziare l’istinto se adesso abbiamo più merda del solito da spalare,qualche impegno in più, meno ore di sonno (se possibile) e la casa condannata al disastro perenne. E’ l’istinto che devo ringraziare se tutte le mattine tirerò giù i santi e le madonne quando pioverà e farà freddo e io dovrò uscire per fargli fare pipì.

Ma è l’istinto che mi  ha consegnato in casa un coso peloso che non chiede molto se non cibo e 2 coccole in cambio di amore incondizionato, protezione fisica e mentale, equilibrio per i bambini, rispetto per il mondo, senso di responsabilità per i miei figli, impegno.

E è l’istinto che ci ha fatto scegliere proprio quel cucciolo lì, noto all’anagrafe come No Tengo Dinero, per gli amici OLMO.

Più perfetto di così.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: