Sindrome da protagonismo – ex post

Ci sono momenti della vita in cui inevitabilmente si è diciamo più “suscettibili”.
Ma ci sono cose, che, lasciatemelo dire, ci sono cose che invece sono inequivocabilmente e senza ombra di dubbio insopportabili.
Nelle ultime settimane, complice forse un tempo che non aiuta l’umore, ne ho collezionate una serie non male.
Non so se fare una semplice lista, che già di per se basterebbe a innervosirmi, o se raccontare antefatto, fatto e prologo.
Andrò a braccio, vediamo che succede.

Studente appena laureato che pensa di sapere tutto, che ha “solo 6/7 anni meno di me” ma che è sicuro che lui, lui spaccherà il mondo.
Che i sacrifici che ha fatto e che farà lui, sono assolutamente superiori a quelli che puoi aver fatto tu.
Studente che ti dice che ti sbagli, che nel mondo del lavoro …bla bla bla…e tu scema, che gli vai dietro, invece di alzarti e andartene e dire semplicemente, ci vediamo tra qualche anno.
E invece lo studente intigna, vuole avere ragione, studente che (poi i calcoli te li fai dopo) con una laurea di 4 anni, contro la tua di 5 s’è comunque laureato 3 anni dopo di te.
Studente che ti segue e pretende, di avere ragione, e allora alla fine gliela dai, gli dici di sì,  e quello che pensi dentro di te è: “tanto tu da domani se ti va bene spalerai merda e porterai caffè agli stronzi”. Tienitela la tua ragione, io ho già dato.

Collega non maleducato, di più, incapace della più basilare e semplice interlocuzione politica e sociale per il buon mantenimento dei rapporti tra colleghi.
Collega stupido, di una stupidità che cerca di celare dietro a una goffa furbizia, della serie – fallo tu che sei più brava- Collega a cui decidi una mattina di insegnare cos’è l’educazione partendo da una telefonata:
“quando avrai imparato che le telefonate sul cellulare personale si iniziano con un , scusa se ti disturbo, buongiorno, puoi parlare, allora richiama” CLIC
e poi pensi, ma io ne ho già uno a casa da educare, perché mi accollo anche questo?

Figlio di amici dei tuoi a cui sei costretto a non sputare in un occhio nonostante se lo meriterebbe,  se non fosse per la necessaria buona educazione che i tuoi genitori ti hanno inculcato, e la scortesia che faresti a loro.
Figlio di amici dei tuoi che sarebbe da:
cancellare immediatamente dai tuoi contatti
non prima di avergli però insegnato con un minimo di dialettica base cose sia in ordine di importante il congiuntivo, il rispetto per chi nella vita lavora per mantenersi e non cazzeggia tra un caffé e l’altro, un minimo di senso estetico per l’abbigliamento che nel suo caso è fermo agli anni ’80, un libro di storia contemporanea per sperare che assimili due nomi due, la differenza tra “MAX MARA E CARL MARX” cit. (non mi ricordo di chi…)

A chiudere invece un racconto meraviglioso di lavoro e vita.
Madrid, quartiere residenziale.
I suoi abitanti sono stufi di fare lo slalom tra le cacche dei cani dei molti, troppi, proprietari che non raccolgono.
Fanno una colletta e si rivolgono ad una famosa agenzia creativa per chiedere aiuto.
L’agenzia assolda così parecchi giovani e non di ottimo aspetto e li manda a passeggio per il quartiere nelle ore strategiche della passeggiata canina (mattina, sera).
Le comparse, stringono amicizia con i proprietari dei cani mostrandosi “innamorati dei vari fido” con carezze e complimenti. Danno informazioni su di loro appena trasferiti al civico n°…37 e via dicendo con conversazione tra vicini.
I padroni vanno via, la merda resta sui marciapiedi.
E’ sera, o la mattina seguente, un pacco bellissimo e ben incartato viene recapitato ai proprietari dei cani nel quartiere.
Un biglietto recita: “grazie per la meravigliosa conversazione di ieri…poi Lei è andato via e si dimenticato di prendere questa…” apertura del pacco…contenente la merda del cane, NON UNA A CASO proprio quella del cane…
Una settimana di azioni così = -70% di merda per strada 😉

GENI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: