Esprit d’escalier – l’esprit est dans l’escalier?

“Scusa che hai detto?”
“Hai sentito benissimo…io ero sulle strisce!”
“Ripeti? dai ripeti? Nana da giardino dei miei stivali, sei una roscia insulsa con lo zaino che ti fa da gobba. E sei sola, perché sono sicura che una stronza come te è stata appena lasciata dall’ultimo degli sfigati che ha trovato di meglio con cui accompagnarsi. Spero ti venga un cagotto imminente e tu debba farla nel giardino pubblico con conseguente denuncia per atti osceni in luogo pubblico e arresto.”

Questo è quello che averi tanto tanto voluto dire quando intorno alle 13 una nana da giardino con il capello rosso ferma su un isola pedonale in attesa di poter attraversare mi ha urlato TROIA mentre passavo in motorino (insieme a altri 4 mezzi di locomozione).

Invece non ho avuto ne la prontezza di inchiodare per picchiarla, ne l’intelligenza di alzare il dito medio.

E’ anche vero che l’eterna battaglia tra il pedone e il motociclista/ciclista/guidoqualsiasimezzodilocomozione, è equiparabile all’eterna lotta tra bene e male.
Tralasciando il fatto che un giorno ti svegli pedone, un giorno motociclista e quindi dimentico della battaglia del giorno precedente che ti ha visto sul fronte opposto, il tuo cervello si ritara sulla nuova condizione con la stessa velocità con cui a casa mia finiscono i cremini algida.

Ma la vera verità è che da tutta la vita vorrei avere la risposta pronta, la dialettica ineccepibile di chi senza muovere sopracciglio te la mette lì, tipo bomba e tu non puoi più replicare.

Perché qualsiasi replica sarebbe ancora più umiliante del silenzio.
E invece no, non ce l’ho, non ho la prontezza di riflessi di fulminare a parole, mi vengono, perfette, calzanti, con i congiuntivi giusti e la consecutio temporum corretta, un attimo dopo.
Quando tutto è finito, quando la nana roscia ormai è di spalle, o quella che ti ha appena detto che non è che ti sei ripresa benissimo dalla gravidanza ha già fatto roteare quelle chiappe insulse e sta sculettando verso la fine del corridoio.
E tu in puro stile ninja vorresti solo saltargli alle spalle e accoltellarli.

Credo che nel mio caso tutto possa essere ricondotto a una questione molto basica.
Conciata così al liceo…ma che speranza potevo avere?

Buon weekend!

Una risposta

  1. Pingback: Fuori sinc. «

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: