Stando/stanno fuori

Io sono la prima che si lamenta, io sono la prima che invidia chi vive fuori da questo strambo paese che è l’Italia…ma stando fuori, per pochi giorni mi rendo conto di quanto i contro fuori, siano esattamente quanto (no non di più) dei contro in questa piccola e distrutta Italia.

Partiamo dalle basi:
Tipo, che ne so… la sveglia la mattina e i rituali no? Insomma mettiamo Milano, non è che un milanese corre senza aver preso un cazzo di caffè civile e un cornetto. No il Romano ci metterei un’ eternità a descrivere la procedura…
Ok ok sono partita dall’ovvio…ma ovvio per chi? Per noi?
E’ ma guarda che non è mica tanto ovvio no?

E poi, noi abbiamo i mezzi pubblici che in confronto sono una schifezza. Ok vero…ma loro di prima mattina si stipano sotto terra con la puzza di cipolla e di piedi e di ascelle e di immondizia per andare a lavoro…allora forse forse…preferisco inveire qualche minutino sulla tangenziale…sì ve beh ve beh… sono provinciale. Ma provate a chiedere a loro se potessero a fare a cambio…scoprireste con sorpresa che: sceglierebbero la macchina cocchi miei.


Ok proseguo…io passeggio no? e che ne so di Sabato a via del Corso a Roma…non ci vado da anni e mi dicono che ci sono tipo gli unni, non si cammina, c’è una quantità di gente impossibile.
Ecco stando fuori invece vedi che di lunedì alle 11 di mattina ci sono gli unni + Attila che se ben ricordate è il loro Re, e poi c’è ma sì…Mary Poppins, Cerentola, la bella addormentata, Barbie Ken e questi appena citati…sono quelli fichi.
Perché sempre di lunedì alle 11 c’è un tipo in maglietta acida e pantaloncini e scarpe (rigorosamente senza calzini) che al cellulare fa avanti e indietro in 3 metri 3…boh.
E poi ci sono tutti quelli che: “io sono io e voi non siete un…e quindi io mi vesto e mangio e parlo e mi comporto come voglio…perché sono cool” No ciccio, non sei cool sei coglione.
E ok ditemi che sono ristretta che sono di scarse vedute…ma io non ci trovo niente di cool in un uomo con pantalone alla zompa fosso, calzino corto a pois maglioncino da nerd e capello unto. Non è moda, ne alternativismo, è imbecillità, perché è brutto, indiscutibilmente brutto. Infatti George, o Brad non vanno in giro vestiti così (se proprio sei sfigata li becchi in bermuda col calzino bianco di spugna).
Insomma uno così a Roma, ci prende due schiaffi subito e va a lavarsi i capelli.

Passiamo oltre, passiamo al fatto che per esempio, tu hai comprato una casa bella, e adesso tu la vendi.
La vendi perché nella tua” zona” che è composta da tre metri per tre la scuola fa schifo e …non puoi andare alla scuola che vuoi tu (neanche quella privata) in un’altra zona…devi andare a quella lì.
E quindi tu genitore, vendi la casa, per poter mandare tuo figlio nella meglio scuola.
Che sta che ne so …in un quartiere de mmmerda? Ma su questo è inutile che mi dilungo c’è chi come Wonder ne ha parlato molto meglio di me qui.

E poi, e poi,  e poi andiamoci a mangiare una pizza dai…una pizza che alla fine t’è costata 50 euro.
Eh ma sai, “fuori” gli stipendi sono molto più alti e il tenore di vita di conseguenza.
Ok ok, quanto più alti?
Ehhh più alti…
Ah ok quindi voi andate a cena fuori spesso…
Eh no sei matto? costa troppo!

…”E poi fuori, beh fuori hai anche un sacco di “cultura” di arte moderna, mica sempre le cose antiche…”
e dentro di me penso che in effetti i fori, il colosseo, san pietro, etc etc etc hanno un pò rotto i coglioni…
“vedi fuori ci sono cose nuove, che evolvono, tipo questa”
Questa sarebbe un’attrice famosa ma cozza che dorme dentro una scatola di vetro per un giorno intero.
E per vederla tu fai 2 km di fila ma 2 km veri…come la fila ai musei vaticani a agosto.

…”beh dai bello quindi voi uscite spesso a vedere questo genere di cose”…
“no ma che sei matta? coi figli e tutto il resto è già tanto se riusciamo a sopravvivere”

…”e il week end andate fuori”…
…” beh sì ma sai qui spesso piove, quindi magari ci concentriamo più su una giornata al parco…”
Ah…

E con un certo senso di onnipotenza che poi si vede che il tipo vestito a cazzo quello “cool” mangia solo italiano, viaggia solo in Italia, non veste aihme italiano ma potremmo arrivarci.

Così ecco, i pro stando fuori sono che: compri una casa, e poi la rivendi in funzione dei figli, quando sei in giro a qualsiasi ora, sembra sabato pomeriggio a via del corso a Roma, ogni tanto vai a cena fuori se il portafoglio è particolarmente gonfio e vai ad aprirti la mente in uno di quei musei di arte moderna dove c’è gente che dorme in scatole e/o merda (vera) impilata, e la domenica, se c’è il sole ti sdrai al parco. Sei circondata di gente vestita a cazzo di cane che fa però un sacco fico e mangi cibo spazzatura più o meno ogni giorno.

Come contro ovvio hai un lavoro molto stimolante dove c’è meritocrazia e lavori fino a tarda notte.

Io avevo già detto come la penso  qui.

Ma penso che lo ribadirò di nuovo.
Stando fuori, l’unica cosa sana di mente che si può dire è: questi per l’appunto stanno fuori. 

Una risposta

  1. Che si può dire….???!!!! con tutto ciò che dici mi hai mandato in confusione mentale …..ma scusa …ti vorrei fare una domanda, Ma che problemi ti fai??? Vivi il presente come vuoi, la vita è tua , ma tua non è la vita altrui per cui sei responsabile di te stessa e delle tue scelte , ma non sei responsabile delle scelte altrui ! Quando vivi per volere il tuo bene senza illusioni e volere il bene altruiindipendentemente e senza alcuna aspettativa, secondo me hai condotto una grande vita indipendentemente da provincialismo e falsi ed inutili giudizi ! Ciao

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: