Quando ti levano anche l’insulto.

Io ieri sera, dopo una domenica tra parenti e commissioni, volevo vedere un film.
La scelta era tra TED (in inglese) e The Iron lady (in italiano).
Così ho acceso la tv e mentre stavo per decidermi esce Casini e entra Lucianina da Fazio, e mi son detta:
Azz menomale non l’hanno cacciata..che dirà?
E son rimasta ad ascoltare… poi Milena preannuncia la puntata di Report (che non guardo mai perché se no ogni volta vai a letto incazzato), ma il teaser era fatto così bene che mi son detta: guardo solo 2 minuti, poi metto il film.
E son rimasta lì, allibita, ad ascoltare l’inchiesta su ENI e su Scaroni.
E tra me e me mi ripetevo: forse qualcosa è fazioso…forse per qualcosa c’è una speigazione…ma le cose che mi hanno lasciata senza parole erano almeno 15. E tutte una peggio dell’altra. E sono sicura che non c’è una spiegazione per tutte e 15.
Poi…innervosita sono andata in rete per distrarmi un pò… e ho scoperto il monologo di Silvio dalla D’Urso che mi ero persa.

Nel frattempo mi sono messa a ripensare alla settimana passata, a tutti i titoli dei giornali, a Monti che fa il vago, a una data delle elezioni che ancora non si sa, alla legge elettorale con cui andremo a votare, alle tasse pagate, al contratto di lavoro che non ho (ma ovviamente lavoro come se lo avessi)…e la mia mente è passata da una “presa per il culo”, a un’altra.
E’ rimbalzata tra i file, tra le mille informazioni ricevute, lette, scoperte.
E l’ho visto quel neurone sempre più stufo di girare tra i cassetti delle notizie nella sezione PAESE DI MERDA dove sono state catalogate, che continuava a dirmi, smettila di angosciarti, è tutto inutile. E l’ho visto che rallentava e si trascinava stanco e mi supplicava di spostarlo nella sezione “RICORDI DELLE VACANZE” e fare un pò a cambio con il suo collega.
Mi stava implorando, ma io imperterrita proseguivo… Grillo, Ruby, La Minetti… il neurone si stava mettendo a piangere in ginocchio e gli altri commossi per solidarietà hanno chiamato i condotti lacrimali e gli hanno chiesto di allearsi per farmi smettere.
Ho capito e concesso al neurone stanco due bicchieri di gelato, sembrava un pò più sollevato…mi dispiaceva per la sua situazione, ma che ci potevo fare io?
Poi ho pensato ad Anna, che in questi giorni sta chiudendo casa, sta facendo le valige e se ne va da qui.
Va a Berlino, a cercar lavoro.
Ci ha pensato anche il neurone della sezione PAESE DI MERDA e per farmi un dispetto lo ha detto anche a quello del reparto NANO MALEFICO che preso alla sprovvista così, si è messo a piangere e mi ha supplicato di andare con Anna, per il NANO.
Gli ho detto di calmarsi, e gli ho promesso che avremmo trovato una soluzione, che sarebbe andato  tutto per il meglio.
E mentre lo promettevo mi sento già in colpa…
Poi Milena ha annunciato l’argomento di domenica prossima…smaltimento dei rifiuti in acqua…un’acqua vicino a me. E’ il turno del neurone nella sezione IMPRECAZIONI, ma non ce l’ha fatta…e è rimasto lì, immobile senza riuscire a aprire nessun cassetto…e gli altri son passati con aria rammaricata “Cerca di star su”, gli hanno detto, “almeno tu, non smettere di urlare”. 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: