… ed è già Natale

…non potevo esimermi dal tradizionale racconto Natalizio.
Le tradizioni son tradizioni e vanno rispettate no?
Quindi ecco quello che succederà ad ognuno di voi nei prossimi giorni.
Farete la lista, ahhhh se farete la lista dei regali da fare.
La farete mille volte, e depennerete ogni volta qualcuno, con una scusa recitata quasi ad alta voce.
C’è la crisi, questo non lo incontro sicuro, lui/lei lo scorso anno non mi hanno regalato niente, la zia decrepita non se ne accorge.
E già la lista vi ricorderà di quanto sia insopportabile questa cosa del Natale consumistico e tra voi e voi rivangherete la necessità di andare più sullo spirituale. Di come una festa religiosa, la VOSTRA festa religiosa, sia stata merceficata. Voi che in chiesa siete stati visti un paio di volte in tutto.
Ma è l’approccio personale che conta nella fede, non la presenza in chiesa.
Dicevamo, la lista.
La lista finalmente fatta conta quei pochi superstiti a cui per forza dovrete comprare qualcosa.
E qui viene il bello:
qualcuno di voi avrà già iniziato, le donne sicuramente, portandosi avanti.
Qualcun altro invece resisterà fino al 24 mattina e poi si ritroverà a comprare vasetti di cera dai cinesi di vari colori, vergognandosi miseramente nel momento dello scarto.
Gli altri inizieranno l’agognata ricerca oggi pomeriggio e passeranno attraverso varie fasi umorali:
Entusiasmo e senso di libertà per essere riusciti a uscire prima dall’ufficio (18.30) con la scusa dei regali – 20 minuti.
Senso di leggerezza per lo sfavillio di luci natalizie nel centro città – 3 minuti
Appagamento per essere riusciti a prendere il primo regalo della lista (quello su richiesta di vostra madre che vi ha anche detto dove comprarlo a quale commessa chiedere e se pagare con carta o bancomat) – 5 minuti
Smarrimento per il senso di vuoto creatovi dal regalo numero 2 della lista che non sapete assolutamente dove reperire  -10 minuti
Panico dato dalla ressa che vi circonda e che non vi permette di procedere nella direzione desiderata costringendovi a entrare nel negozio di frutta e verdura per trovare riparo – 4 minuti
Irritazione per la lentezza della gente che ci mette 6 ore a decidere che carta regalo comprare – 10 minuti

Sono passati 54 minuti, siete tornati al vostro mezzo di locomozione con:
1 regalo azzeccato
2 kg di mandarini che non mangerete mai
3 fogli di carta regalo con babbi natali nudi
e un rodimento di c…. che non ha unità di misura

E anche quest’anno vi presenterete con calzini e guanti di presi alla merceria sotto casa il 24 mattina.
Buon Natale!!!!!!!!!

Per i web addicted vi ricordo che oggi è #leaveamessage , un’iniziativa super carina di Wonderland trovate tutte le info e le istruzioni cliccando qui.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: