Ricominciare

Da dove?
Dall’analista, quella sì, che ti fa sentire meglio.
In una vita che scorre senza giorni e senza notti.
Dal sesso che ti ricorda che dove tutto questo è cominciato.
Dal lavoro che inevitabilmente ti fa sentire in difetto.
Dalle mondanità, che ti costringono a fare i conti con peso, vestiti, taglia, dieta.
Ricominciare.
Sembra impossibile in un vosrtice di lacrime e sorrisi che ti avvolge da quasi 2 mesi.
La crisi post parto, quella seria, me la sono beccata tutta, e forse c’ho buttato dentro anche un pò di dolori e frustrazioni precedenti, ingoiati così, senza battere ciglio.
E la solitudine si fa sentire, la solitudiene di una scelta diversa, mentre tutto e tutti intorno a te seguono la strada maestra.
Si susseguono matrimoni, addi al celibato e al nubilato, in un continuum serafico e sereno.
Mentre la mia mente vaga verso mille cose e verso nessuna.

Così non ho letto tutti i libri che volevo leggere, in effetti ne ho letto 1 e mezzo su una ventina…
Non ho tenuto costanetemente aggiornato questo blog.
Non ho trovato l’idea del secolo che mi permetta di lasciare un lavoro noioso.
Così la vita è andata avanti, e io mediocremente sono rimasta a galleggiare.
E lui, lui è in crisi, lo vedo lo sento e a volte me lo dice.
La crisi di che ha la sensazione di aver fallito nella vita.
E lo capisco come si sente, ma non posso dirglielo, non posso dirgli, si hai ragione, mi sento come te, perchè io ho ancora una carta da giocare (15 anni) lui no.
Così le giornate vanno avanti tra sorrisi amarezze e lacrime.
Così le miei amiche non chiamano più perché mi considerano fuori, e chi ha figli non mi chiama perchè non mi considera dentro.
Mi sento sola.
Mi sento fallita.
Mi sento brutta.
Mi sento così,  mamma , decadente e inadatta.

Non ho idea di dove andare e di come andare avanti.
Aspetto quindi che il tempo passi, tra un biberon e l’altro.
E che a un certo punto qualcosa scatti.
Nel frattempo navigo in rete cercando di trovare quell’idea, quello spunto, quella molla, che mi riporti un pò di me.
Ho bisogno di me.
Ma non mi ricordo più come trovarmi.
Nel frattempo porto il nano al mare.
Speriamo bene.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: